Recensioni

JBL Flip 4 – Recensione completa

La serie Flip di JBL è una delle line più popolari di casse bluetooth per alcuni motivi.

Prima di tutto, non sono poi così costose per quel che offrono.

Inoltre non suonano affatto male e, con le ultime versioni, sono diventate anche impermeabili.

Quindi, come può JBL migliorare sempre i suoi prodotti senza aumentare il prezzo a dismisura?

Scopriamolo con la nuovissima JBL Flip 4!

Vedi su Amazon.it

 

 

Cosa c’è nella scatola

 

All’interno della confezione troviamo poche cose: JBL Flip 4, il cavo di ricarica e la manualistica varia.

Peccato che JBL non arricchisca un minimo la confezione, con magari un buon cavo Aux!

Probabilmente questa scelta è stata fatta per mantenere il prezzo competitivo, a nostro avviso.

 

 

Qualità del suono

 

Se pensiamo che JBL Flip 4 in termini di resa audio sia un grosso upgrade rispetto al modello precedente,  beh.. ci sbagliamo!

Il suo suono è molto simile a JBL Flip 3, ma ciò non è affatto un punto a sfavore per la Flip 4: a noi di Casse-Bluetooth.com piace veramente molto la resa sonora della Flip 3.JBL Flip 4 Colors

Sono presenti solo piccole differenze, per esempio nel modello precedente, quando il volume veniva alzato al massimo, gli alti si  distorcevano leggermente.

Questo non è un problema presente in questa JBL Flip 4.

 

Non molto è cambiato invece nei suoni medi, le voci vengono sempre riprodotte chiare e forti.

Gli strumenti in background vengono, in maniera quasi impercettibile, messi un po da parte.

Questo però non lo consideriamo un difetto, è giusto andar a cercare il pelo nell’uovo!

 

Un altro piccolo cambiamento lo troviamo nelle basse frequenze, con dei bassi leggermente più decisi in confronto alla Flip 3.

Ovviamente continua a non riuscire a riprodurre i bassi profondissimi (le dimensioni non lo permettono), però se la cava egregiamente nel riadattarli a frequenze leggermente più alte.

 

 

Design e costruzione

 

Il design di JBL Flip 4 è praticamente identico al modello precedente, troviamo solo qualche piccolo cambiamento estetico come il pulsante “chiamata” che è diventato il tasto play/pausa (stessa funzione del modello precedente).

JBL Flip 4 ha sempre la caratteristica forma cilindrica della serie (vedi anche JBL Charge 3), alle cui estremità sono esposti i due radiatori passivi.JBL Flip 4 button

Detto ciò, un importante upgrade è stato fatto: ora JBL Flip 4 è completamente impermeabile!

Il tessuto che ricopre lo speaker può sembrare lo stesso della Flip 3, ma ora è completamente waterproof.

La certificazione IPX7 permette alla cassa di essere sommersa fino a 30 minuti ad un metro di profondità.

Inoltre questa certificazione assicura una resistenza totale a polvere, terra e sabbia, rendendola così una grande compagna di avventure.

Portarla in spiaggia non è affatto un problema, abbiamo anche provato a cospargerla di sabbia e poi a buttarla in acqua: nessun danno o rimasuglio di sabbia sul tessuto!

Probabilmente però, se siamo possessori di una JBL Flip 3, questo non è un upgrade sostanziale se non ci è mai caduta in acqua, ma è comunque una sicurezza in più nel caso dovesse succedere.

Purtroppo JBL Flip 4 non galleggia come UE Wonderboom, quindi se dovesse caderci in piscina dovremo inevitabilmente  andarla a recuperare sul fondo.

Se siamo in mare su una barca beh.. dovremo dirle addio!

Oltre a questi piccoli upgrade la cassa non è cambiata più di tanto.

Possiamo sempre trovare i quattro pulsanti di controllo lungo il lato dello speaker e il pulsante power e il JBL Connect+ sul case.

Qui troviamo anche i cinque indicatori led che mostrano quanta batteria rimane e uno sportellino in gomma che protegge l’ingresso Aux e microUSB.

Possiamo controllare il volume con i pulsanti + e -, play/pausa o accedere all’assistete vocale del nostro smartphone con il pulsante play, andare alla traccia successiva con un doppio tap sul tasto play e facilmente entrare in modalità accoppiamento bluetooth con il tasto dedicato.

Purtroppo non è possibile tornare alla traccia precedente (o riascoltare la stessa traccia) con i comandi sulla cassa.

 

 

 

Batteria

 

JBL dichiara un’autonomia di circa 12 ore, ma  nei nostri test iniziali ha raggiunto solo le 4 ore a volume massimo.jbl flip 4 waterproof

Si, una grossa differenza.

Abbiamo Testato JBL Flip 4 a volume massimo perché probabilmente molte persone, grazie alla sua indole outdoor, la useranno in ambienti aperti e rumorosi.

Se invece teniamo il volume al 50-75% la cassa raggiunge tranquillamente le 12 ore dichiarate.

Quindi se vogliamo farne un uso outdoor dobbiamo tenere a mente questi dati se vogliamo passare una giornata intera fuori casa e tenere il volume sempre al massimo.

 

 

Connettività

 

Torniamo a parlare del bottone JBL Connect+ perchè questo è una delle nostre più grosse critiche a JBL Flip 4.

La Flip 3 era dotata del pulsante JBL Connect, che consentiva di collegare due casse JBL con questa tecnologia.

La Flip 4 invece, con la tecnologia Connection+ ha la possibilità di collegare fino a 100 casse con la stessa tecnologia.

“Wow che figata!”

No, non è tutto oro ciò che luccica.

La tecnologia JBL Connect è diversa da JBL Connect+, quindi la nostra JBL Flip 4 non potrà (almeno per il momento, speriamo in un aggiornamento) connettersi alle versioni precedenti.

Ok, critiche finite.

Oltre a questo, non abbiamo avuto alcun problema con la connettività di questo speaker.

Il segnale è rimasto forte per tutta la casa, nonostante diversi muri tra il nostro dispositivo e la cassa, anche i controlli da remoto hanno sempre funzionato alla grande.

 

 

Prezzo

 

Su Amazon.it possiamo trovare JBL FLip 4 a EUR 104,99 un ottimo prezzo per quel che questa cassa bluetooth riesce a dare.

Soprattutto se consideriamo che la versione precedente ha un prezzo decisamente paragonabile!

 

 

Scheda tecnica

 

  • Dimensioni: 68 x 175 x 70 mm
  • Peso: 515g
  • Bluetooth: 4.2
  • Portata: 10m
  • Potenza: 2 x 8W
  • Autonomia: 12 ore
  • Microfono: si
  • NFC: no
  • Batteria: 3000 mAh
  • Riacarica: 3-4 ore
  • Risposta in frequenza: 70Hz – 20kHz
  • Rapporto segnale-rumore: >80dB

 

 

Conclusioni

 

Alla fine JBL Flip 4 vale il suo prezzo?

Decisamente si!

Ovviamente il salto generazionale non è stato nulla di esagerato, quindi se siamo dei possessori di JBL Fip 3 e non vogliamo immergere la cassa in acqua, comprare questo speaker non ha molto senso.

Se invece dobbiamo decidere se prendere la Flip 3 o la Flip 4 consigliamo decisamente la nuova versione.

Speriamo che il problema di JBL Connect+ venga risolto tramite un aggiornamento, questa è l’unica nota dolente del prodotto.
Vedi su Amazon.it

 

Pro e contro

 

  • Pro: certificazione IPX7, ottimo suono
  • Contro: JBL Connect+ non compatibile con le versioni precedenti, autonomia di 4 ore a volume massimo.

 

Leave a Reply