Recensioni

JBL Xtreme – Recensione completa

JBL Xtreme

Recentemente abbiamo analizzato JBL Flip 3, ma questa non è stata l’unica cassa bluetooth prodotta da JBL negli ultimi anni (vedi JBL Charge 3).

Ora abbiamo tra le mani JBL Xtreme, molto più grande e molto più costosa, per questo anche conosciuta come “la Filp 3 sotto steroidi”.

Condivide con la sorella minore le stesse caratteristiche, ma in un formato appunto estremo.

Quindi la grande domanda è (il gioco di parole è voluto): JBL Xtreme merita il suo prezzo tre volte maggiore di quello della sorella Flip 3?

Scopriamolo insieme!

Vedi su Amazon.it

Cosa c’è nella scatola?

Aprendo la scatola bianca e arancione troveremo: la cassa bluetooth JBL Xtreme, l’adattatore per la presa a muro, le informazioni sulla garanzia e qualcosa che noi non avevamo mai visto: una tracolla per portare lo speaker sempre con te.

Effettivamente per portarla con sempre con noi una tracolla fa proprio comodo..! (pesa 2,1 kg)

 

Qualità del suono:

Lo speaker funziona esattamente come ci aspettavamo: molto bene.

Un’altra interessante caratteristica che andremo a testare è il pulsante di connessione JBL che permette connessioni e sincronizzazioni multiple.

Abbiamo appaiato JBL Xtreme con la  sorellina JBL Flip 3 e siamo rimasti davvero impressionati!

Erano in perfetta sincronia e possiamo facilmente ottenere un audio surround senza aver bisogno di nessuna applicazione.

 

Bassi

I bassi qualche volta sbiadiscono nei medi, ma la maggior parte delle volte i radiatori passivi laterali fanno un fantastico lavoro nel tenere i bassi fino alla fine.

Potrebbe essere dovuto alle grandi dimensioni dei radiatori passivi, ma i bassi sono facilmente distinguibili anche in canzoni che non ne hanno molti.

Quindi se preferiamo canzoni con tonnellate di bassi non verremo di certo delusi con questa bestia.

I bassi piatti di “All I Want Is You” di Miguel, per noi vengono riprodotti in modo perfetto.

 

Medi

Le voci nei medi sono davvero chiare e sembrano andare d’amore e d’accordo con la maggior parte delle chitarre e sintetizzatori.

Un ottimo esempio di questo lo troviamo nella canzone “The Suffering” di Coheed & Cambria, che presenta delle parti di chitarra abbastanza pesante e melodiche, che non coprono mai le voci principali.

 

Alti

Sfortunatamente non tutto è perfetto, e gli alti tendono ad essere un po’ duri.

Fortunatamente la Xtreme ha un volume davvero altissimo, quindi abbassare un pochino il volume per eliminare la durezza non consta molto in termini di resa sonora.

Questo non sarà un problema se useremo la cassa bluetooth all’esterno, ma se ci capita di essere in uno spazio chiuso o di starle particolarmente vicino con un volume molto alto, non sarà così piacevole l’ascolto.

Nonostante tutto è un’ottima cassa, queste sono sottigliezze, ma è nostro dovere segnalarle.

 

Design e costruzione:

Il miglior modo per descrivere la JBL Xtreme sarebbe dire che è una Flip 3 gigante, con pochi altri vantaggi.

Lo speaker è anche ricoperto da un tessuto waterproof che dà una bella sensazione al tatto.

Sarà però molto difficile sorreggere la cassa in mano per molto tempo, pesa parecchio.

È qui che entrano in gioco i due ganci metallici alle estremità del nostro speaker.

Dobbiamo semplicemente attaccarci la tracolla e… magia! Ora è anche trasportabile facilmente!

Come nella Flip 3, entrambe le estremità dello speaker presentano esternamente due radiatori passivi che, grazie alla grandezza di JBL Xtreme, riescono a riprodurre egregiamente le basse frequenze.

Sulla cima troviamo tutti i pulsanti, compresi i tasti per l’appaiamento Bluetooth, la gestione del volume, l’accensione, la connessione multipla e per il play/pausa.

Se premiamo due volte quest’ultimo, passeremo alla traccia successiva, ma non c’è modo di tornare ad una traccia precedente.

Oltre alla taglia fuori misura, le maggiori differenze che troveremo nel design tra la grande JBL Xtreme e la JBL Flip 3 sono sul fondo della cassa bluetooth, dove la prima presenta una base di plastica dura.

Nonostante siamo sicuri che JBL Xtreme possa ancora essere orientata verticalmente, questo fatto rende abbastanza chiaro che JBL vuole che lo speaker venga posizionato orizzontalmente mentre lo usiamo.

Alla base troviamo anche le piccole luci che ci faranno sapere, all’incirca, quanta batteria rimane.

Sempre alla base c’è una cerniera arancione che, una volta aperta, rivela l’ingresso AUX, una porta microUSB, l’ingresso per la carica e due porte USB per caricare i nostri dispositivi.

 

Batteria:

JBL ha messo una batteria esageratamente grande nella nostra JBL Xtreme: ben 10.000 mAh!

E dichiara una durata della batteria di circa 15 ore.

Nei nostri test siamo arrivati vicino alle 14 ore, ma questo è comunque un ottimo risultato, considerando quanto in alto può andare il volume di questo speaker.

 

Connettività:

La connettività in JBL Xtreme è buona, ma non ottima.

Benchè abbia una solida connessione che non salta troppo quando l’abbiamo testata al di fuori dell’intervallo dei 10-12m, abbiamo riscontrato una discreta quantità di balbettii quando tra il nostro dispositivo e la cassa erano presenti uno o due muri nel mezzo.

Non è niente di troppo serio, ma è successo alcune volte e ci siamo sentiti in dovere di menzionare questo problema.

 

Prezzo:

Su Amazon.it possiamo trovarla a EUR 237,00, tutto sommato un prezzo buono per ciò che offre JBL Xtreme.

 

Scheda tecnica:

Bluetooth® version: 4.1

Support: A2DP V1.3, AVRCP V1.5, HFP V1.6, HSP V1.2

Transducer: Woofer 2 x 63mm Tweeter: 2 x 35mm

Rated power: 2 x 20W Bi-amp (AC mode)

Frequency response: 70 – 20kHz

Signal-to-noise ratio: >80dB

Power supply: 19V 3A

Battery type:  2x Lithium-ion Polymer (7.4V, 5,000mAh)

Battery charge time: 3.5 hours

Music play time: up to 15 hours (varies by volume level and audio content)

Single USB charge out: 1 x 2A

Dual USB charge out: 2 x 1A

Bluetooth® transmitter power: 0-4dBm

Bluetooth® transmitter frequency range: 2.402 – 2.480GHz

Bluetooth® transmitter modulation: GFSK, π/4 DQPSK, 8DPSK

Dimension: 126 x 283 x 122mm

Weight: 2112g

 

Conclusioni:

In generale JBL Xtreme è fantastica.

Se la portabilità, intesa come piccole dimensioni della cassa bluetooth, non ci interessa e vogliamo una cassa potentissima  con dei bassi da paura, questa fa davvero al caso nostro.

È così potente che può essere tranquillamente usata per una festa in casa, o semplicemente come ottimo speaker da camera.

Considerando che Bose SoundLink Mini II costa più o meno come questa cassa, e in termini di prestazioni offre molto meno, l’acquisto di JBL Xtreme potrebbe dare davvero molte soddisfazioni.

Ottima da portare anche al mare, al fiume, in piscina grazie al tessuto waterproof e alla comoda tracolla.

Se cerchiamo qualcosa da usare esclusivamente in casa, forse è meglio orientarsi su JBL Charge 3 o JBL Flip 3, entrambe ottime casse bluetooth.

Se invece vogliamo prestazioni estreme e perché no farci notare, JBL Xtreme fa proprio al caso nostro.

Compra ora su Amazon.it

 

Pro e contro:

Pro:

  • buon suono, buoni bassi;
  • tessuto impermeabile;
  • tracolla per renderla comodamente trasportabile.

Contro:

  • i suoni alti possono essere un po’ stridenti;

 

2 Comments

  1. eugene

    08/06/2017 at 21:19

    Dite che avete messo un batteria d 10000 mah?
    Pero sulla scheda tecnica ce scritto 5000 mah?

    1. Luca

      15/06/2017 at 21:29

      Sono 2 batterie da 5000 mAh

Leave a Reply